QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 16° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
sabato 29 febbraio 2020

Attualità giovedì 23 maggio 2019 ore 16:00

Attività commerciali itineranti: cosa si deve fare

Pubblicato l'avviso pubblico per esercitare attività commerciali in forma itinerante nelle aree appartenenti al Demanio Marittimo



FOLLONICA — L’Amministrazione comunale di Follonica ha pubblicato all’Albo Pretorio un avviso pubblico per l’esercizio del commercio in forma itinerante sulle aree demaniali.

Sono 22 gli operatori che verranno ammessi al commercio itinerante sulle aree demaniali per la Stagione Estiva 2019, di cui nove per il settore alimentare.

Gli interessati, titolari di autorizzazione per l’esercizio del commercio su aree pubbliche  che intendono esercitare la loro attività nelle aree appartenenti al Demanio Marittimo, devono presentare richiesta in bollo (€ 16,00) indirizzata all’Ufficio SUAP Commercio e Marketing dal 23 maggio al 6 giugno 2019.

Le domande possono essere presentate tramite PEC all’indirizzo follonica@postacert.toscana.it o direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune.

Sulla base delle domande pervenute, l’Ufficio SUAP redigerà la graduatoria dei richiedenti in possesso dei previsti requisiti, con l’indicazione dei prodotti (settore alimentare/non alimentare) che intendono vendere.

L’elenco sarà redatto per ordine di priorità, determinato sulla base dei seguenti criteri:

  • Maggiore professionalità acquisita anche in modo discontinuo nell’esercizio del commercio su aree pubbliche; la professionalità valutabile è riferita all’anzianità di esercizio dell’impresa comprovata dall’iscrizione quale impresa attiva nel Registro delle Imprese, riferita nel suo complesso al soggetto titolare dell’impresa al momento della partecipazione alla selezione, cumulata con quella del titolare al quale eventualmente il richiedente sia subentrato nella titolarità del ramo di azienda
  • In caso di parità si terrà conto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande;
  • In caso di ulteriore parità si procederà a sorteggio.

Sulla base dell’elenco predisposto, l’Ufficio Demanio del Comune rilascerà il "nulla osta" ad operare sulle aree demaniali marittime fino ad un massimo di n. 22 operatori.



Tag

Zaia: «Grazie all'igiene dei veneti solo 116 positivi, i cinesi? Li abbiamo visti tutti mangiare i topi vivi»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca