Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:GROSSETO22°31°  QuiNews.net
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
sabato 31 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lombardia, Bertolaso: «Tra i vaccinati con doppia dose zero morti da variante Delta»

Attualità mercoledì 16 giugno 2021 ore 17:25

"Subito il commissariamento della Tirrenica"

A chiederlo è il Pd dopo il mancato commissariamento del tratto dell'Aurelia compreso tra Tarquinia e San Pietro in Palazzi. "Giani commissario"



FIRENZE — Il partito democratico chiede un commissario per la Tirrenica e propone il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani dopo il mancato commissariamento del tratto dell'Aurelia compreso tra Tarquinia e San Pietro in Palazzi, previsto dal decreto Semplificazioni del luglio 2020 e nuovamente non inserito dal Ministro Giovannini nell'elenco varato ieri delle opere da commissariare.

"Sulla Tirrenica ho fatto una proposta da mesi: chi meglio di Eugenio Giani può fare il commissario? È suo e nostro interesse che venga realizzata. Mi auguro che il Governo su questo capitolo cambi passo e permetta di poter realizzare l'opera" ha detto il presidente del Consiglio regionale della Toscana Antonio Mazzeo, commentando la decisione del Governo di non inserire l'adeguamento della Tirrenica tra le opere da sbloccare con un commissario.

 "Adesso non ci sono più ostacoli affinché il Corridoio tirrenico venga commissariato e si giunga al suo completamento atteso già da troppi anni, anzi decenni", così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano.

"Due giorni fa abbiamo avuto un incontro come Pd regionale in cui abbiamo condiviso questa posizione con Chiara Braga, responsabile infrastrutture nazionale, insieme a eletti e segretari dei territori interessati dall'opera e al candidato sindaco di Grosseto Leonardo Culicchi - aggiunge Bonafè in una nota -. Chiediamo che il commissariamento sia immediato e subito operativo, a completamento di un lavoro costruito per anni, passo dopo passo, dai nostri parlamentari e con posizioni chiare del Consiglio e della Regione Toscana portate ai tavoli
nazionali". 

Per Marco Simiani, responsabile enti locali del Pd regionale, "gli ostacoli tecnici dovuti agli indennizzi e al passaggio dei progetti da Sat ad Anas per l'adeguamento dell'Aurelia nel tratto San Pietro Palazzi-Tarquinia sono adesso superabili, visto il passaggio di Autostrade per l'Italia - che detiene la maggioranza di Sat - a Cassa depositi e prestiti".

 "Il Ministro Giovannini non ha mantenuto il patto che aveva assunto con il Parlamento due mesi fa, in occasione del primo decreto sui commissariamenti, quando si era formalmente impegnato a commissariare la Tirrenica con il primo provvedimento utile" ha scritto su facebook Andrea Romano, deputato Pd di Livorno, membro della Commissione Trasporti della Camera.

"E' un errore grave - spiega Romano - che purtroppo mostra l'incapacità del ministro di ascoltare e dare risposte alle esigenze manifestate dai territori della costa toscana per sanare una ferita infrastrutturale che si protrae da troppo tempo. Negli ultimi due anni il Pd ha provveduto ad introdurre in Parlamento tutte le modifiche legislative necessarie alla svolta, trasferendo la concessione da Sat ad Anas e finanziando le opere necessarie. Manca solo la decisione del Ministro, che evidentemente ritiene del tutto secondaria l'emergenza economica, infrastrutturale e di sicurezza che il mancato adeguamento dell'Aurelia sulla costa toscana continua a rappresentare".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vigili del fuoco e guardia costiera hanno tratto in salvo un uomo e il figlio di 10 anni bloccati a Punta di Capel Rosso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità