comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 21°28° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
sabato 11 luglio 2020
corriere tv
Francesco Bellomo, magistrato destituito perché pretendeva minigonna per le allieve, fa ancora lezione tra le proteste degli allievi che gli gridano «vergogna»

Attualità mercoledì 03 giugno 2015 ore 17:47

Le scuole ripuliscono le spiagge in Maremma

L’iniziativa nazionale della campagna si è tenuta a Marina d’Alberese, nel Parco regionale della Maremma



GROSSETO — L’iniziativa nazionale della campagna si è tenuta a Marina d’Alberese, nel Parco regionale della Maremma,che quest’anno festeggia i suoi 40 anni. Gli studenti del Polo Bianciardi, del Liceo Scientifico e del Liceo classico scientifico paritario Giovanni Chelli di Grosseto, circa un centinaio in totale, hanno ripulito insieme a Legambiente l’intero tratto di spiaggia. Tra i rifiuti raccolti sulla spiaggia e nella pineta spiccano come sempre tanta plastica e polistirolo rilasciati dal mare. L’iniziativa, organizzata da Legambiente, è stata fatta in collaborazione con il Parco e il Comune di Grosseto.

“Per conoscere il mare e poterlo tutelare bisogna prima conoscere i rifiuti e il danno che questi producono se gettati incautamente in acqua, in spiaggia o in pineta. Parte da questo presupposto il segnale che ogni anno vogliamo dare – ha spiegato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – con la pulizia delle spiagge e delle pinete. Vogliamo sviluppare, soprattutto nei giovani, una maggiore consapevolezza e tutela nei confronti dell’ambiente. È per questo che il nostro scopo non è tanto pulire quanto sensibilizzare i ragazzi e i cittadini a non abbandonare rifiuti e a tutelare le spiagge, le pinete, i parchi e l’intero territorio”.

“Siamo molto contenti di poter organizzare ancora una volta nel Parco della Maremma un evento di grande importanza come Spiagge pulite – ha sottolineato Lucia Venturi, presidente del Parco regionale della Maremma – soprattutto quest’anno che il Parco festeggia i suoi 40 anni. L’attività che facciamo ormai da tempo con Legambiente richiama ogni anno la partecipazione di studenti e volontari: un bel segnale di responsabilità civica da parte dei giovani e dei cittadini. Tutto questo ci fa particolarmente piacere perché rappresenta un segnale di attaccamento al territorio e soprattutto al Parco, che vogliamo diventi sempre più un bene comune per la Maremma e non solo”.

Anche quest’anno la regina indiscussa dei rifiuti spiaggiati rimane la plastica: l’80% degli oggetti trovati sulle 29 spiagge italiane monitorate è di plastica (contro il 65% dello scorso anno), mentre sui litorali del Mediterraneo la percentuale scende al 52%. È quanto emerge dall’indagine “Beach litter” realizzata e curata da Legambiente che ha monitorato 29 spiagge italiane e 25 spiagge del Mediterraneo. L’indagine “Beach litter” è stata eseguita dai volontari dell’associazione ambientalista da aprile a maggio 2015 su un’area di 136.330 mq, pari a quasi 20 campi da calcio, dove sono stati trovati 22.114 rifiuti spiaggiati. In Maremma il campionamento è stato fatto sulla spiaggia della Feniglia.

Spiagge pulite rientra nella campagna Clean Up The Med, un'iniziativa coordinata dal Circolo Festambiente di Rispescia alla quale partecipano dal 1995 associazioni, scuole e istituzioni locali che dedicano l’ultimo fine settimana di maggio alla pulizia delle spiagge e dei siti naturali. Quest’anno sono 29 le spiagge che si affacciano sul Mediterraneo monitorate dalle associazioni che aderiscono a Clean-up the Med: l’Algeria, la Croazia, la Grecia, la Spagna, la Turchia, la Tunisia, per un’area di 87.200 mq dove sono stati trovati 8147 rifiuti spiaggiati, in particolare 14 rifiuti ogni 100 mq.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità