Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:GROSSETO20°33°  QuiNews.net
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
lunedì 08 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta-Calenda, divorzio sconcertante. E cosa può fare ora il segretario del Pd?

Attualità mercoledì 06 luglio 2022 ore 19:15

La Toscana dichiara lo stato di emergenza siccità

fiori secchi

Il presidente della Regione ha firmato l'atto e convocato la cabina di regia che dovrà occuparsi della crisi idrica. Presto i progetti a Roma



TOSCANA — La Toscana è in stato di emergenza a causa della siccità. Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha firmato oggi l'atto di dichiarazione di emergenza idrica e ha convocato per il prossimo venerdì 8 Luglio la cabina di regia, ovvero l'organismo che secondo la normativa è deputato alla gestione della crisi idrica e alla definizione puntuale del quadro delle criticità, col conseguente confronto sugli interventi necessari per fronteggiarla.

L’atto di dichiarazione di stato di emergenza riguarda il complesso del territorio regionale, anche se non tutte le aree sono nella stessa situazione di criticità idrica per via della presenza di infrastrutture, come la diga di Bilancino o di Montedoglio, che consentono di fronteggiare le situazioni di emergenza come quella attuale. 

Ma nel resto della Toscana le situazioni di sofferenza sono tali da imporre la strada della dichiarazione di emergenza, passaggio necessario per mettere a punto il piano di interventi che andrà sottoposto alla valutazione del Governo. Le zone più problematiche sono la valle del Serchio, la Maremma, le colline del Chianti, il litorale tra Pisa e Livorno e la laguna di Orbetello.

Eugenio Giani firma

Il presidente Eugenio Giani ha firmato oggi la dichiarazione di stato di emergenza regionale

“Non si poteva attendere oltre – afferma il presidente Giani – troppa la preoccupazione causata da siccità e alte temperature, con effetti sempre più pesanti sulle sulle riserve idropotabili e sulle attività agricole e di acquacoltura". 

E adesso si pensa ai progetti, quelli su cui poi richiedere al Governo le risorse: "Incontreremo le organizzazioni di categoria dell’agricoltura, proprio per calibrare gli interventi da assumere. Tra le nostre priorità - annuncia Giani - anche una legge che semplifichi la realizzazione di invasi a laghetti, modificando opportunamente la legislazione attualmente in vigore in Toscana”.

Intanto sempre oggi, in Consiglio regionale, il presidente dell'Autorità idrica toscana (Ait) Alessandro Mazzei ha tracciato un quadro puntuale sulla situazione nei comuni e nelle diverse aree della Toscana dinanzi alle Commissioni Sviluppo economico e Ambiente. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Inutili i tentativi di rianimazione praticati dal personale del 118 intervenuto sulla spiaggia, il medico ha constatato il decesso del bagnante
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità