Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:GROSSETO13°22°  QuiNews.net
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
venerdì 24 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Cagliari-Fiorentina, stadio in piedi per omaggio a Ranieri che si commuove

Cronaca giovedì 09 maggio 2024 ore 10:45

Fratelli in affari col giro illecito di denaro

guardia di finanza

La Finanza ha scovato 534 transazioni illegali per un ammontare di 228.405,04 euro. Operazioni effettuate tramite documenti falsi di clienti ignari



PROVINCE DI LIVORNO E GROSSETO — Fratelli in affari sì ma illeciti, con le 4 agenzie money transfer fra le province di Livorno e di Grosseto impegnate in trasferimenti illegali di denaro per un totale di 534 operazioni da 228.405,04 euro: i due, di nazionalità pakistana, sono stati individuati dalla guardia di finanza e denunciati per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi, ricettazione, mancata osservanza degli obblighi di adeguata verifica della clientela previsti dall’attuale normativa in materia di prevenzione e contrasto dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e finanziamento del terrorismo.

L'indagine si è dipanata fra analisi dei conti correnti e della documentazione contabile e extra-contabile acquisita durante le perquisizioni locali e informatiche presso i 4 punti vendita, ed ha permesso di acclarare come i due fratelli - per garantire l’anonimato ai propri clienti ed eludere la normativa antiriciclaggio - avessero utilizzato i dati e l’identità di persone ignare o clienti occasionali.

I clienti ascoltati dagli investigatori in vari casi hanno disconosciuto in tutto o in parte i trasferimenti di denaro registrati a loro nome.

L’attività di polizia giudiziaria nel complesso ha monitorato 24.989 operazioni di trasferimento di denaro per un importo inviato complessivamente pari a 5.679.144,63 euro.

Ne è emerso un vero e proprio sistema di frode messo in atto dai due fratelli, con somme da trasferire al di fuori dei confini nazionali a soggetti diversi da quelli reali mediante l’uso illecito di documenti identificativi falsi, rubati o smarriti nonché dei dati anagrafici di soggetti del tutto ignari delle operazioni finanziarie agli stessi intestate, quali formali mittenti delle rimesse di denaro in questione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I fondi del Pnrr sono stati assegnati a 167 luoghi di culto in Italia, fra cui 7 in Toscana. Ecco gli interventi per edifici, torri e campanili
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità