Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:GROSSETO13°22°  QuiNews.net
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
venerdì 24 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Cagliari-Fiorentina, stadio in piedi per omaggio a Ranieri che si commuove

Attualità domenica 07 aprile 2024 ore 07:00

Inaugurato il nuovo centro di raccolta a Gavorrano

La struttura, oggetto di finanziamento Pnrr, è un’area appositamente attrezzata e custodita per la raccolta differenziata



GAVORRANO — Taglio del nastro per il nuovo centro di raccolta di Gavorrano.

La struttura, che si trova in località Basse di Caldana, è un’area appositamente attrezzata e custodita dove i cittadini potranno effettuare la raccolta differenziata di quei materiali recuperabili altrimenti destinati a smaltimento in discarica. All’inaugurazione di questa mattina erano presenti la sindaca Stefania Ulivieri e la giunta del comune di Gavorrano, il direttore operativo di Sei Toscana Edgardo Reggiani, l’onorevole Marco Simiani e Leonardo Marras, assessore economia e turismo della Regione Toscana.

“Si tratta di un centro strategico per il nostro territorio che contribuirà alla gestione virtuosa dei rifiuti. – ha detto la sindaca Ulivieri –. Abbiamo riqualificato quest’area industriale senza consumo di nuovo suolo visto che era presente un vecchio impianto in disuso. La posizione, inoltre, è baricentrica rispetto a tutte le frazioni del comune e favorirà così l’accesso a tutti i cittadini”.

La struttura si estende su un’area complessiva di circa 5000 mq, composta da un box di guardiania e spogliatoi, dagli spazi occupati dagli scarrabili adibiti alla raccolta dei materiali e da una grande tettoia destinata al conferimento delle apparecchiature elettriche ed elettroniche e dei rifiuti pericolosi. La struttura è interamente recintata con una pavimentazione impermeabilizzata dotata di un sistema di raccolta e successiva depurazione delle acque meteoriche. L’investimento complessivo è stato di circa 600mila euro, comprensivo di lavori edili, fornitura attrezzature, acquisto area e spese di progettazione, con circa 400mila euro finanziati dai fondi Pnrr.

“Tocchiamo con mano la messa a terra dei fondi Pnrr. – hanno commentato Marco Simiani e Leonardo Marras – La Regione Toscana è impegnata a sostenere gli enti locali e le aziende di servizi, come in questo caso, nel favorire l’accesso ai progetti di investimento e, soprattutto, nella realizzazione dei lavori. Quest’opera è il risultato di un grande sforzo collegiale, che offrirà alla comunità un nuovo, importante, servizio a difesa dell’ambiente e del territorio”.

I lavori di Sei Toscana sono stati eseguiti con un’attenzione particolare all’ambiente, illuminando l’intera area con un sistema di lampioni a led a risparmio energetico. Realizzata anche una cartellonistica e segnaletica per un migliore utilizzo della struttura da parte dei cittadini. La struttura sarà a disposizione dei cittadini il martedì, venerdì e sabato dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14 alle 16,30.

“Mettere a disposizione della comunità questa nuova infrastruttura contribuirà a facilitare i cittadini nella corretta gestione dei rifiuti e garantirà nel tempo incrementi nelle quantità e qualità di raccolta differenziata e di avvio a riciclo dei materiali. – ha affermato il direttore operativo di Sei Toscana, Edgardo Reggiani – L’apertura di questo nuovo centro di raccolta rappresenta uno degli esempi tangibili dell’impegno di Sei Toscana, e delle sue professionalità tecniche, per migliorare efficienza e qualità del servizio, in accordo e stretta collaborazione con le amministrazioni locali del territorio”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I fondi del Pnrr sono stati assegnati a 167 luoghi di culto in Italia, fra cui 7 in Toscana. Ecco gli interventi per edifici, torri e campanili
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità