comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:GROSSETO12°  QuiNews.net
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
mercoledì 20 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Segre: «Le parole di Salvini? Sono scaramantica, mi allungano la vita»

Attualità domenica 10 gennaio 2021 ore 17:56

Naufragio Concordia, 9 anni dopo ricordo antiCovid

la nave costa concordia

Nell'anniversario del disastro con 32 vittime le commemorazioni si misurano con la pandemia. E va in pensione il giudice del processo di primo grado



ISOLA DEL GIGLIO — Il naufragio Concordia, 9 anni dopo. Il ricordo, all'Isola del Giglio, è affidato a iniziative all'insegna del rispetto delle misure anti Covid-19. Era il 13 gennaio 2012 quando la collisione della nave da crociera Costa Concordia contro gli scogli provocò 32 vittime

La commemorazione del nono anniversario di quell'evento ha un programma che si apre, il 13 gennaio appunto, con la messa celebrata dal parroco don Lorenzo Pasquotti alle 11 a Giglio Porto.

Alle 12,15 a Punta Gabbianara, il punto dove la nave si incagliò, verrà deposta una corona di fiori in ricordo delle vittime. Alle ore 21,45, inoltre, davanti alla lapide commemorativa sul molo Rosso avranno luogo una preghiera per le vittime e la benedizione. Non verrà fatta, invece, a causa del Covid-19 la processione. 

Infine alle ore 21, 45 minuti e 7 secondi, orario esatto dell'impato con gli scogli, ci sarà la consueta 'tufata' di sirene nel porto. "A causa delle precauzioni dovute alla pandemia - ha spiegato il sindaco dell'isola Sergio Ortelli - la ricorrenza sarà partecipata da un numero limitato di persone, strettamente locali". 

"Pertanto, dovendo osservare il rigoroso distanziamento tra le persone, gli inviti per la cerimonia non verranno estesi come per gli anni scorsi. Il prossimo anno, in occasione del decimo anniversario, sperando di aver superato qualsiasi tipo di problematica sanitaria - conclude il sindaco - sarà organizzata una ricorrenza pubblica con tanti eventi".

Intanto, dopo 43 anni in magistratura e circa 20 da giudice al tribunale di Grosseto, va in pensione Giovanni Puliatti che, da presidente del collegio, guidò il processo sul naufragio. Fu lui a leggere la sentenza di condanna in primo grado a 16 anni per Francesco Schettino, la sera dell'11 febbraio 2015 nel teatro di Grosseto adibito a maxi-aula. 

Per significare il congedo, formalmente fissato al 7 gennaio, Puliatti ha scritto una lettera pubblica di saluto inviata al tribunale e agli avvocati: "Ovviamente il primo pensiero è al processo Concordia - scrive tra le altre cose - fatica immensa che però ora ricordiamo come uno dei punti più alti della nostra storia". Il processo Costa Concordia di primo grado - con 100 faldoni e 56mila pagine - cominciò il 9 luglio 2013. In tutto si celebrò in circa 600 ore di dibattimento dove sfilarono 180 testi e 18 periti. Giovanni Puliatti ha tenuto la sua ultima udienza il 18 dicembre scorso.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità