comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 16°23° 
Domani 15°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
lunedì 25 maggio 2020
corriere tv
Isole Tremiti, traghetto Tirrenia finisce contro gli scogli

Politica lunedì 01 giugno 2015 ore 04:05

Pd toscano primo partito ma il secondo è la Lega

Claudio Borghi - VIDEO

Il Partito democratico conquista il 46,3% dei voti, 10 punti in meno rispetto alle Europee del 2014. Lega all'assalto passa dal 2,6 al 16,2% dei voti



FIRENZE — A scrutinio quasi terminato il Pd confermato primo partito in Toscana, con una percentuale più alta rispetto alle regionali del 2010 (quando raccolse il 42,2% dei voti) ma 10 punti al di sotto del ben più esaltante 56,3% delle Europee dell'anno scorso. Si ferma invece all'1,7% Popolo Toscano, la seconda lista che sosteneva Rossi. Nessun rappresentante entrerà quindi in consiglio regionale (la soglia minima è il 3%).

Secondo posto per la Lega Nord: la sfida di Matteo Salvini al premier Renzi sulla Toscana, battuta personalmente a tappeto per tre mesi insieme al candidato governatore Claudio Borghi, ha fatto lievitare i consensi dal 2,6 delle Europee al 16,22% di oggi. Borghi era appoggiato anche da Fratelli d'Italia, passati dal 3,2% delle Europee al 3,88%.

Scende di quasi due punti il Movimento 5 Stelle, passando dal 16,7% delle Europee al 15% raccolto con il candidato governatore Giacomo Giannarelli.

E crolla al 8,55% Forza Italia anche se il candidato governatore Stefano Mugnai ha precisato che gli azzurri entreranno comunque in consiglio mentre l'altra lista che lo sosteneva, Lega Toscana, non avrà alcun rappresentante a Palazzo Panciatichi. Alle Europee 2014  il partito di Berlusconi aveva raccolto l'11,7% dei voti mentre alle regionali del 2010, correndo sotto il simbolo del Popolo della libertà, aveva conquistato il 27,1% dei consensi. Altri tempi.

Ed entrerà in consiglio regionale anche Tommaso Fattori, il candidato presidente della lista del Sì-Toscana a sinistra, che sta raccogliendo intorno al 6,2% dei voti, risultato inferiore alle aspettative e soprattutto inferiore a quello del 2010, quando i partiti della sinistra sostennero Rossi in coalizione con il Pd e raccolsero complessivamente più del 9% dei voti (5,27% la Federazione della sinistra-Verdi  e 3,8 Sel).

Si è fermato all'1,1% dei voti Giovanni Lamioni, il candidato governatore della lista civica Passione per la Toscana appoggiato anche da Area popolare, nata dalla fusione di Ncd e Udc. Lamioni era stato inizialmente indicato come candidato presidente anche da Forza Italia. Poi Silvio Belusconi ha fatto altre scelte e alla fine gli azzurri hanno candidato Stefano Mugnai. Anche in questo caso, la divisione non ha portato buoni frutti.

Appena lo 0,25% dei consensi per l'ex consigliere regionale Gabriele Chiurli, candidato alla presidenza con la lista Democrazia Diretta.

Stefano Mugnai - VIDEO
Gabriele Chiurli - VIDEO


Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca