QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 12° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
martedì 10 dicembre 2019

Attualità venerdì 02 agosto 2019 ore 14:00

"Non era anidride solforosa ma vapore acqueo"

I controlli dell'Arpat hanno evidenziato che non c'è stata alcuna fuoriuscita dallo stabilimento della Solmine. Nessun inquinamento dell'aria



SCARLINO — I controlli effettuati dall'Arpat nell'area industriale del Casone sullo stabilimento della Solmine e su quello della vicina Venator hanno consentito di ricostruire con esattezza che cosa è avvenuto ieri sera, quando un boato e alcune sirene hanno destato grande allarme nella popolazione.

"Non vi è stata una fuoriuscita di SO2 (anidride solforosa) dalla Solmine se non quella che normalmente fuoriesce in avvio di impianto, in quanto l'impianto era stato fermato per manutenzione elettrica linea nazionale - si legge in una nota dell'Arpat - Il forte rumore sentito da Follonica era dovuto alla apertura delle valvole di sicurezza della parte "produzione energia" e quindi si trattava di vapore acqueo". 

"La sirena di allarme non era quella di Solmine, che non ha mai attivato alcun allarme, ma della ditta confinante (Venator ex Tioxide) - si legge ancora nella nota dell'agenzia - in quanto due dipendenti Venator hanno sentito la presenza di anidride carbonica. Dai nostri controlli dei dati delle centraline per la qualità dell'aria poste a Scarlino scalo e Puntone di Follonica non risultano concentrazioni di anidride carbonica significative, anzi sono inferiori a giorni i cui non vi erano state segnalazioni".

Dalla verifica dei dati di qualità dell’aria registrati dalla rete privata allestita dal consorzio delle aziende Scarlino Energia-Nuova Solmine-Venator Italy, trasmessi a Prefettura, sindaci di Scarlino e di Follonica e ARPAT, risulta che il valore massimo rilevato di anidride solforosa, come media oraria di SO2, nel periodo temporale che va dalla mezzanote del 01/08/2019 alle 12 del 02/08/2014, è stato di:

- 6,6 μg/m3 per la stazione di Follonica lle ore 3 del 01/08/2019 

- 25 μg/m3 per la stazione di Scarlino Scalo alle ore 13 del 01/08/2019 contro un limite normativo, indicato dal D.Lgs. 155/2010, di 350 μg/m3 SO2 (media oraria).

In particolare, nel periodo temporale che va dalle 21.00 alle 23.00 del 01/08/2019, i valori di SO2 registrati dalle centraline sono stati, in entrambi i casi, inferiori ai 4 μg/m3.

Anche per quanto riguarda il parametro H2S (acido solfidrico), dalle 21.00 alle 23.00 del 01/08/2019 le concentrazioni rilevate si sono mantenute al di sotto dei 5 μg/m3 (limite OMS per la salute umana: 150 μg/m3 come media giornaliera).



Tag

Arrestato Rosario Greco, il pirata della strada che ha ucciso un bimbo e ferito l'altro

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità