comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 11°21° 
Domani 11°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
venerdì 10 aprile 2020
corriere tv
Occhiali appannati con la mascherina? Ecco come evitare il problema

Attualità venerdì 02 agosto 2019 ore 14:00

"Non era anidride solforosa ma vapore acqueo"

I controlli dell'Arpat hanno evidenziato che non c'è stata alcuna fuoriuscita dallo stabilimento della Solmine. Nessun inquinamento dell'aria



SCARLINO — I controlli effettuati dall'Arpat nell'area industriale del Casone sullo stabilimento della Solmine e su quello della vicina Venator hanno consentito di ricostruire con esattezza che cosa è avvenuto ieri sera, quando un boato e alcune sirene hanno destato grande allarme nella popolazione.

"Non vi è stata una fuoriuscita di SO2 (anidride solforosa) dalla Solmine se non quella che normalmente fuoriesce in avvio di impianto, in quanto l'impianto era stato fermato per manutenzione elettrica linea nazionale - si legge in una nota dell'Arpat - Il forte rumore sentito da Follonica era dovuto alla apertura delle valvole di sicurezza della parte "produzione energia" e quindi si trattava di vapore acqueo". 

"La sirena di allarme non era quella di Solmine, che non ha mai attivato alcun allarme, ma della ditta confinante (Venator ex Tioxide) - si legge ancora nella nota dell'agenzia - in quanto due dipendenti Venator hanno sentito la presenza di anidride carbonica. Dai nostri controlli dei dati delle centraline per la qualità dell'aria poste a Scarlino scalo e Puntone di Follonica non risultano concentrazioni di anidride carbonica significative, anzi sono inferiori a giorni i cui non vi erano state segnalazioni".

Dalla verifica dei dati di qualità dell’aria registrati dalla rete privata allestita dal consorzio delle aziende Scarlino Energia-Nuova Solmine-Venator Italy, trasmessi a Prefettura, sindaci di Scarlino e di Follonica e ARPAT, risulta che il valore massimo rilevato di anidride solforosa, come media oraria di SO2, nel periodo temporale che va dalla mezzanote del 01/08/2019 alle 12 del 02/08/2014, è stato di:

- 6,6 μg/m3 per la stazione di Follonica lle ore 3 del 01/08/2019 

- 25 μg/m3 per la stazione di Scarlino Scalo alle ore 13 del 01/08/2019 contro un limite normativo, indicato dal D.Lgs. 155/2010, di 350 μg/m3 SO2 (media oraria).

In particolare, nel periodo temporale che va dalle 21.00 alle 23.00 del 01/08/2019, i valori di SO2 registrati dalle centraline sono stati, in entrambi i casi, inferiori ai 4 μg/m3.

Anche per quanto riguarda il parametro H2S (acido solfidrico), dalle 21.00 alle 23.00 del 01/08/2019 le concentrazioni rilevate si sono mantenute al di sotto dei 5 μg/m3 (limite OMS per la salute umana: 150 μg/m3 come media giornaliera).



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità