QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 17°27° 
Domani 15°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
martedì 22 ottobre 2019

Attualità martedì 28 luglio 2015 ore 16:37

Strage di pesci, intervengono Mugnai e Donzelli

Il capogruppo di Forza Italia chiederà lo stato di calamità. Per Donzelli il disastro "poteva essere evitato"



ORBETELLO — Stato di calamità naturale, ulteriori risorse da destinare all'emergenza ambientale in laguna di Orbetello e intervento diretto della Regione sulla gestione dell'area: queste le tre linee di intervento che il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Stefano Mugnai si prepara a invocare dalla giunta regionale attraverso un'interrogazione.

"Quanto accaduto a Orbetello - spiega Mugnai - con la morìa di pesci e fauna acquatica è un fatto impressionante e destinato a minare per lungo tempo gli equilibri di quel delicato e fragile, ma importantissimo, ecosistema. E dinanzi a eventi straordinari, servono reazioni straordinarie. E' quanto siamo pronti a chiedere alla Regione Toscana".

"Le istituzioni non giochino a creare una guerra fra poveri, non ha senso generare divisioni fra pescatori, campeggiatori e altri operatori turistici. Regione e Governo trovino i 30 milioni necessari per ripagare i danni, far ripartire l'ecosistema ed individuare una soluzione di pompaggio idraulico per ricambiare le acque della laguna senza danneggiare gli operatori turistici sulla costa". Ha affermato il capogruppo Fdi in Consiglio regionale Giovanni Donzelli che oggi ha svolto un sopralluogo nella laguna di Orbetello

Donzelli ha anche incontrato la cooperativa di pescatori col presidente Pier Luigi Piro ed alcuni operatori turistici. "Il disastro forse poteva essere evitato - aggiunge in una nota -. Per questo chiederò di aprire immediatamente un'inchiesta in Commissione ambiente e territorio della Regione Toscana. Le prime segnalazioni del dottor Lenzi, membro del Comitato tecnico scientifico previsto dall'accordo di programma, sono datate 10 marzo. Cosa è stato fatto dal 10 marzo ai primi di luglio?"



Tag

Maltempo tra Liguria e Piemonte: a Gavi esonda il rio Neirone

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità