QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 20°21° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
lunedì 23 settembre 2019

Cronaca mercoledì 30 settembre 2015 ore 13:35

Perde la testa e comincia a sparare

Un uomo di 47 anni, in preda a un raptus, ha sparato una decina di colpi di fucile in aria nel suo giardino e poi si è barricato in casa



GROSSETO — Un raptus che sembra si sia scatenato improvvisamente e che ha tenuto in ansia tutto il vicinato e le forze dell’ordine intervenute, polizia e carabinieri.

E' stato il cognato dell'uomo, un 47enne, a riuscire a bloccarlo e farlo ragionare. 

La polizia lo ha poi preso e portato in questura e poi in ospedale per essere visitato. La polizia ha anche sequestrato alcuni fucili, detenuti nella sua abitazione. 

Cosa abbia scatenato il gesto folle dell'uomo è ancora da chiarire. 

La dinamica - Una prima ricostruzione parla di spari partiti dal giardino della villa dell’uomo. Spari che sarebbero stati diretti verso l’alto, non verso le abitazioni circostanti, e che sarebbero stati accompagnati da grida: sembra contro la famiglia. 

Poi il 47enne  si è barricato in casa. Quando è arrivata la polizia è iniziata una prima trattativa. Gli agenti, con prudenza, si sono avvicinati alla villa, per sincerarsi che l’uomo non ne fosse uscito senza farsene accorgere. I poliziotti hanno chiesto all'uomo di lasciare l'arma e uscire ma nulla.  Sul posto è arrivato anche il questore, Massimo Zanni, e la trattativa è continuata. 

Poi è arrivato il cognato dell'uomo che è entrato accompagnato dal questore e da un agente della squadra mobile: fuori gli altri agenti, pronti a intervenire. Dopo minuti interminabili, l’opera di convincimento del cognato ha avuto successo e l’uomo si è arreso

L’uomo da qualche tempo aveva manifestato sui social network la sua adesione ad idee politiche estremiste di destra con veri e propri inni. La polizia non esclude che si sia trattato di un primo segnale di squilibrio poi sfociato nella sparatoria di ieri sera.



Tag

«Grazie al mio staff perché non è facile sopportarmi...», e Meloni scoppia a ridere

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità