Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:GROSSETO21°31°  QuiNews.net
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
domenica 14 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Soccorsi e forze di polizia sul luogo dell'attentato in cui hanno perso la vita diverse persone a Lautlingen, in Germania
Soccorsi e forze di polizia sul luogo dell'attentato in cui hanno perso la vita diverse persone a Lautlingen, in Germania

Cronaca mercoledì 13 agosto 2014 ore 14:08

E' di Pitigliano il videoreporter ucciso a Gaza

Il trentacinquenne morto oggi è il figlio del sindaco, da anni impegnato a raccontare le difficoltà nelle zone di guerra. Le condoglianze del Governo



GROSSETO — E' di Pitigliano il videoreporter italiano di 35 anni rimasto ucciso con altre 5 persone, nell’esplosione di un missile israeliano a Biet Lahya nel nord della Striscia di Gaza.

Si tratta di Simone Camilli,  figlio del sindaco Pier Luigi Camilli, 

La Farnesina ha confermato la notizia arrivata ai media da Mohammed Abedallah, del settore relazioni internazionali del ministero dell’Informazione del Governo di unità nazionale palestinese. 

Simone Camilli  lavorava per diverse agenzie internazionali tra le quali l’Associated Press.

"Siamo sconvolti" queste le prime parole rilasciate dai familiari di Simone. Una famiglia sotto choc dopo la notizia della morte del videoreporter: "Simone viveva da lungo tempo in quella zona ma in passato ha seguito anche altri conflitti in zone difficili del mondo, autore di numerosi reportage. È sempre stato in prima linea".

Il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, ha espresso il suo cordoglio per la morte del giovane: "La morte di Simone Camilli è una tragedia, per la famiglia e per il nostro Paese. Ancora una volta è un giornalista a pagare il prezzo di una guerra che dura da troppi anni e per la seconda volta in pochi mesi piangiamo la morte di ragazzi impegnati con coraggio nel lavoro di reporter" - ha proseguito Mogherini - "Ai famigliari e agli amici di Simone voglio esprimere a nome mio e di tutto il governo le condoglianze per questa perdita così dolorosa".

A Gaza il videoreporter aveva realizzato alcuni documentari per produzioni indipendenti sulle condizioni di vita dei palestinesi

Si tratta del primo reporter straniero a restare ucciso nel conflitto nella Striscia, il cui bilancio è finora di 1900 morti palestinesi e 67 israeliani.

Nell'esplosione sono morte altre sei persone, tutte palestinesi, e altre sei sono rimaste ferite, tutti colpiti dalla deflagrazione di un razzo israeliano rimasto inesploso che gli artificieri palestinesi stavano cercando di disinnescare.

Nella videogallery alcuni il reportage "Gaza 22" di Camilli


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Reportage "Gaza 22" di Simone Camilli
Reportage "About Gaza" di Simone Camilli

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno