QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 13° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
martedì 10 dicembre 2019

Attualità giovedì 25 settembre 2014 ore 15:23

Concordia, si pensa al restauro dei fondali

Enrico Rossi ha fissato un incontro a Firenze con Costa Crociere. Rossi è coordinatore per le attività di recupero ambientale all'isola del Giglio



FIRENZE — Il presidente Enrico Rossi ha fissato un incontro a Firenze con Costa Crociere: "Con loro voglio verificare e programmare tutte le attività per completare il ripristino ambientale e proseguire il monitoraggio - ha dichiarato Rossi -  Chiederò impegni precisi e tempi definiti". 

Il presidente Rossi, è stato infatti nominato coordinatore per le attività di recupero ambientale all'isola del Giglio, necessarie dopo la rimozione della Costa Concordia. La nomina del governatore toscano è arrivata a seguito della delibera Consiglio dei ministri e di una successiva ordinanza della Presidenza del Consiglio per favorire il subentro della Regione dopo le operazioni di rigalleggiamento della Concordia, in modo da dare continuità agli interventi di ripristino previsti dal progetto 2012. "L'isola - ha commentato Rossi al termine di un incontro con il sindaco del Giglio, Sergio Ortelli - è stata ferita dal mostro d'acciaio e ora deve uscire da questa vicenda in modo positivo e dignitoso. La Regione, in collaborazione con l'amministrazione comunale, lavorerà per fare del Giglio un'isola gioiello. Lo meritano tutti i gigliesi per la generosa solidarietà e la paziente collaborazione dimostrata nel corso dei 2 anni e mezzo in cui hanno convissuto con quella ingombrante e minacciosa presenza". 

La Regione adesso è chiamata a coordinare le attività per la sistemazione dell'area interessata dalle operazioni di recupero della nave, dai ripristini alla rimozione dei materiali, detriti e oggetti dispersi sui fondali durante le operazioni di raddrizzamento e, insieme, il proseguimento, per i prossimi cinque anni, del piano di monitoraggio ambientale avviato dall'Osservatorio immediatamente dopo il naufragio e svolto da Arpat e Ispra. Queste ultime attività, precisa l'ordinanza, non prevedono compensi, gettoni di presenza o altri emolumenti, ma solo rimborsi per le spese sostenute e a carico di Costa Crociere. Il presidente Rossi ha poi concordato con il sindaco Ortelli una visita nell'isola, entro ottobre, per incontrare cittadini, amministratori e operatori economici.



Tag

Anziano accoltellato a Milano, De Corato: «I delinquenti devono restare in carcere»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca