Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:GROSSETO10°  QuiNews.net
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
mercoledì 26 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Dobbiamo chiuderci in una stanza a pane e acqua per la soluzione»

Attualità mercoledì 03 dicembre 2014 ore 17:34

Concordia, tutte le verità di Schettino

Il comandante ripercorre anche oggi, rispondendo alle domande del pm, tutte le fasi di quella tragica notte quando la nave è naufragata al Giglio



GROSSETO — "Sulla nave io come comandante, sono il primo dopo di Dio". Anche così Francesco Schettino ha risposto al pm Alessandro Leopizzi che lo incalza sul tardato allarme dopo l'urto al Giglio. 

"Io non so' pazzo. Non ho mai privilegiato la nave alla vita umana." ha proseguito l'ex comandante. Schettino ha cercato di spiegare perché aveva chiesto un rimorchiatore e non dava l'evacuazione: "Dissi che le persone stavano sulla nave e calcolai quel tipo di danno in base anche ai pescaggi di partenza a Civitavecchia. La nave avrebbe potuto proteggere tutti, ci dovevamo mettere in acque basse ha continuato Schettino -  L'evacuazione sarebbe iniziata dopo il traino col rimorchiatore, per mettere in salvo la nave".

Il ruolo di Ferrarini Unità di crisi di Costa spa) -  "Ferrarini mi disse chiamo io la capitaneria, mentre io feci chiamare la capitaneria di Civitavecchia e dò il mio cellulare, sempre nella consapevolezza che la nave rimanesse a galla con tre compartimenti allagati. Io dissi a Ferrarini che serviva un rimorchiatore, ma mi rispose che così ci mangiano la nave".

In aula sono stati poi fatti ascoltare alcuni brani intercettati e la telefonata in cui dalla Concordia, su ordine di Schettino, alla capitaneria di Livorno fu detto che c'era soltanto un blackout a bordo: "Non cambiava nulla - risponde il comandante - Già dire che c'era il blackout era motivo di allarme per la capitaneria". Il pm Leopizzi ha fatto notare a Schettino che tra le accuse che lo riguardano c'è la mancanza di comunicazioni con l'autorità.




Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente sul lavoro è avvenuto questa mattina nella frazione di Ansedonia. L'uomo è stato soccorso e portato in ospedale con Pegaso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità