QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 17°31° 
Domani 17°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
lunedì 27 giugno 2016

Attualità mercoledì 02 marzo 2016 ore 18:28

La Maremma chiede maggiore coinvolgimento

All'incontro erano presenti molti sindaci del grossetano che hanno chiesto ad Anci una nuova modalità di lavoro al fianco degli stessi sindaci

GROSSETO — La prima tappa della serie di incontri promossa dal presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni ha riscosso successo. "Una iniziativa decisa per portare Anci anche nei luoghi più piccoli e distanti, che in generale hanno meno opportunità di confronto con le strutture centrali”, spiega Biffoni.

Questa prima tappa di #ancincontra è risultata molto partecipata e fattiva, ed ha affrontato in particolare temi cruciali per i sindaci come la centralità dei Comuni, il futuro dei territori, gli assetti istituzionali e le fusioni, i distretti sociosanitari. In apertura dei lavori Biffoni ha sottolineato come Anci abbia voluto questa iniziativa prima di tutto per “ascoltare, conoscere da vicino quali sono le priorità e problemi su l’associazione può dare una mano, soprattutto riguardo i piccoli Comuni”.

Un primo passo, insomma, in vista di una migliore organizzazione del lavoro di Anci sui territori.

Il sindaco di Grosseto Bonifazi ha sottolineato come occorra un quadro istituzionale certo, nel quale i comuni possano programmare il loro futuro; concetto ripreso da Claudio Franci (sindaco Castel del Piano), Luigi Bellumori (sindaco Capalbio), Pierandrea Vanni (vicesindaco Sorano), Sabrina Cavezzini (Scansano), Marcello Giuntini Massa Marittima), Francesco Limatola (Roccastrada), che hanno ribadito che i sindaci vogliono contare nei processi decisionali regionali. I sindaci Claudio Benini (Follonica), Miranda Brugi (Semprioniano) e Simone Millozzi (delegato Anci Toscana per la sanità e sindaco Pontedera) sono intervenuti in particolare sul tema delle zone socio-sanitarie, ribadendo anche in questo caso che i comuni devono essere protagonisti dei cambiamenti e delle decisioni.

Molto soddisfatto per l’esito dell’incontro Matteo Biffoni: “E’ stato un confronto estremamente positivo. Da questa prima tappa è scaturita una nuova modalità di lavoro, abbiamo raccolte molte istanze per organizzare la prossima attività rappresentanza a supporto ai Comuni”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca