QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 12°22° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
domenica 29 maggio 2016

Attualità lunedì 01 febbraio 2016 ore 14:38

Le iniziative di Legambiente per le zone umide

Gentili (Legambiente): “Zone umide tra gli ecosistemi più a rischio del pianeta: nostro dovere salvaguardarle e farle conoscere agli studenti”

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA — Salvaguardare e tutelare le zone umide presenti anche in provincia di Grosseto: questo l’obiettivo della Giornata mondiale delle zone umide che ricorrerà domani 2 febbraio. 

Laghi, torbiere, foci dei fiumi, lagune e litorali con acque marine costiere: sono tantissime in Italia le zone umide, e sono in grado di contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici in quanto regolatrici del regime delle acque. Proprio per tutelarle e farle conoscere alle giovani generazioni, Legambiente durante la mattinata del 2 febbraio, farà attività di educazione ambientale con i ragazzi della scuola primaria di Castiglione della Pescaia.

“Le aree umide sono habitat fondamentali per la conservazione della biodiversità terrestre, eppure - spiega Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente - sono tra gli ecosistemi più a rischio del pianeta. Dobbiamo salvaguardarle soprattutto perché rappresentano un enorme valore naturalistico per le nostre realtà territoriali, ospitando anche tante specie di avifauna. Anche quest’anno vogliamo promuovere una campagna di sensibilizzazione e informazione sulle aree umide della provincia di Grosseto, realizzando attività con la scuola di Castiglione della Pescaia, nel cui territorio all’interno della Diaccia botrona è stato inaugurato il telerilevamento ambientale”.

In Maremma ce ne sono ben cinque: Padule di Scarlino, Padule della Trappola-foce fiume Ombrone, Padule della Diaccia Botrona, Laguna di Orbetello e Lago di Burano.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Cronaca

Attualità