QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
GROSSETO
Oggi 11°13° 
Domani 11°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News maremma, Cronaca, Sport, Notizie Locali maremma
giovedì 23 novembre 2017

Attualità sabato 01 luglio 2017 ore 08:33

Centro rapaci verso la chiusura, no di Legambiente

La strada dissestata non consente l'accesso ai volontari che si occupano di accudire gli uccelli ricoverati. Dagli ambientalisti appello al Comune

MAGLIANO IN TOSCANA — Non si passa. Al Centro di riabilitazione per rapaci di Cupi, a Magliano in Toscana, cuore di una Maremma i cui cieli sono crocevia di esemplari da preservare, le condizioni della strada non consentono ai volontari di raggiungere gli ospiti del rifugio per accudirli e nutrirli.

Il presidente dell'Associazione Progetto Migratoria Luca Bececco al Centro ci arriva, ma da solo non ce la fa. Per questo nei giorni scorsi ha comunicato alla Regione Toscana che - a situazione data - il Centro è costretto alla chiusura e i rapaci che vi si trovano vanno trasferiti altrove, annunciando che comunque restano in funzione l'attività di inanellamento e cattura a scopo scientifico e quella legata al progetto Ispra Monitoring.

La prospettiva della chiusura della riabilitazione scuote Legambiente, che per bocca del componente della segreteria nazionale Angelo Gentili ricorda in una nota che "il Centro di Cupi è un presidio fondamentale per la salvaguardia e la tutela di tutti quegli esemplari di rapaci, compresi i pulli, presenti nel nostro territorio".

"L'accudimento e il nutrimento degli animali in cura al centro di riabilitazione - prosegue - non si può interrompere per via di un accesso reso impossibile dalla strada. Chiediamo con forza al comune di Magliano d'intervenire e trovare una soluzione in tempi rapidi che possa far proseguire le attività del Centro e del Progetto Migratoria".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità